Conoscenze e capacità

Le capacità dei quattro cantanti che compongono un “tenore” sono differenti. Ogni parte svolge un ruolo specifico che necessita di particolari conoscenze e capacità.

Per quanto riguarda la conoscenza linguistica, la conoscenza del sardo è, in generale, qualcosa che ogni cantante possiede. Nel caso del boghe, questo è dovuto al fatto che tutti i testi sono in sardo (solo in casi eccezionali e per divertimento uno può cantare in Italiano o altre lingue), ma il sardo è il mezzo quotidiano attraverso il quale si svolgono la comunicazione, la discussione e la formazione nei contesti in cui un canto a tenore viene imparato e praticato.

Laddove una conoscenza passiva della koinè linguistica del nord della Sardegna (la varietà di sardo Logudorese) è comune per la maggior parte delle persone che vivono nell’area in cui viene praticato il canto a tenore (la parte centrale e settentrionale dell’isola), il boghe deve essere in grado di cantare il testo poetico in logudorese senza le peculiarità fonetiche della sua varietà locale. Di conseguenza, è necessaria una perfetta padronanza del testo cantato

Soprattutto in alcuni villaggi, come Orgosolo, il valore del testo (e, di conseguenza, una buona padronanza di molti testi poetici) è  considerata una delle capacità più importanti per un buon boghe. Mentre la perfetta conoscenza del repertorio del villaggio è essenziale per ogni cantante professionista, una conoscenza delle canzoni più famose degli altri villaggi e/o dei cantanti più famosi è considerata segno di competenza da parte di un cantante esperto e rientra di solito nel processo di apprendimento dei cantanti.

Secondo molti cantanti a tenore, il boghe non dovrebbe essere solo un solista ma anche una persona che nel gruppo abbia capacità di leadership. Deve essere in grado di dirigere il coro, di prendere decisioni in merito al testo da cantare, il tono e i tempi dell’esecuzione, ecc.

La capacità di effettuare variazioni e/o di improvvisare viene considerata importante. Questo è anche il caso dei mesu boghe e – in alcuni villaggi e in misura minore – per i contra. I cantanti che costituiscono il coro di accompagnamento devono essere ben sincronizzati e avere la capacità di andare a tempo con il solista e con gli altri accompagnatori, attraverso l’ascolto accurato e competente di quanto gli altri cantanti stanno facendo.