Il coinvolgimento del tratto vocale

Il canto comporta la vibrazione delle corde vocali. Le due voci più basse, bassu e contra (in alcuni casi anche il mesu boghe) hanno particolari contrazioni della laringe che portano, nel caso del basso, a uno specifico effetto acustico, che è una duplicazione del periodo[1] (es. l’abbassamento del tono di un’ottava) e a una particolare asprezza del timbro. Nel caso dei contra, la contrazione della laringe non implica la duplicazione del periodo, ma dona al timbro un sapore particolare.

Per mantenere la coesione con gli altri cantanti del coro è importante la corretta sincronizzazione di canto e respiro. I cantanti prima di cantare non effettuano nessun esercizio preliminare ma considerano benessere, riposo e forma fisica essenziali per una buona esecuzione.

I timbri vocali sono cruciali per l’estetica di un canto a tenore. Particolari sillabe non-sense sono caratteristiche degli stili di certi paesi, aree, o canzoni. In generale, il timbro delle vocali è più importante nelle canzoni a ritmo libero, e la qualità complessiva della voce del cantante è uno degli elementi più importanti nella caratterizzazione individuale delle voci. La durata delle vocali di solito è più breve nelle canzoni ritmate (danze, muto): in questi casi, diventa cruciale il ruolo delle consonanti.

A seconda del ruolo dei cantanti, le qualità vocali richieste ai cantanti sono differenti. Basso e contra devono essere capaci di contrarre correttamente la voce (solo alcuni riescono a farlo come ci si aspetta); boghe e mesu boghe devono avere un buon timbro vocale, la capacità di improvvisare e vibrare e  modulare la voce in base allo stile del canto. Una buona padronanza dell’intonazione è cruciale per tutti i cantanti. In particolare, il boghe deve essere capace di scegliere l’intonazione generale (in anni recenti, alcuni gruppi professionisti hanno utilizzato un diapason a questo scopo, ma questa è considerata da molti una pratica discutibile). La capacità di cantare in accordo polifonico è  un requisito essenziale per i cantanti del coro.


[1] Bailly, L., Heinrich, N., & Pelorson, X. (2010). Vocal fold and ventricular fold vibration in period-doubling phonation: Physiological description and aerodynamic modeling. J. Acoust. Soc. Amer., 127 (5), 3212-3222.